intestino Non ci sono prodotti in questa categoria

L'intestino è l'ultima parte dell'apparato digerente. Si presenta come un tubo di diametro variabile con pareti flessibili, ripiegato più volte su se stesso.

L'intestino è distinto in due parti principali, intestino tenue e intestino crasso con una lunghezza complessiva di circa 8 metri.

L'intestino tenue è un organo cavo di forma tubulare, con una lunghezza media di 5 metri, ma con una certa variabilità.

L'intestino crasso è lungo mediamente 170 cm, con un diametro di circa 7 cm. Il punto di collegamento tra l'intestino tenue e quello crasso sono l'ileo (ultimo tratto del tenue) ed il cieco del crasso (primo tratto). Anatomicamente viene suddiviso in sei tratti che vengono rispettivamente chiamati: cieco, colon ascendente, colon trasverso, colon discendente, sigma e retto.

La normale fisiologia dell'intestino è coinvolto da possibili disturbi che alterano la motilità o la secrezione. I secondi sono dati principalmente da ulcere duodenali emalassorbimento. Le lesioni vascolari sono date da occlusioni trombotiche di rami dell'arteria mesenterica superiore (anche da strongili) e aneurisma dissecante dell'arteria aorta.

L'intestino tenue è interessato da occlusioni o da lesioni vascolari, mentre l'intestino crasso è interessato da tumori e da megacolon, cioè un difetto nell'innervazione da parte dei plessi di Auerbach e Meissner con dilatazione della parte sovrastante quella innervata, data spesso anche da tripanosomiasi.