ALOE (Aloe vera) Ci sono 2 prodotti.

aloe vera

L’Aloe è una pianta perenne classificata nella famiglia delle Liliaceae ed attualmente inserita in quella delle Aloaceae.    L’Aloe è stata conosciuta attraverso i millenni ed è passata alla storia nelle culture e civiltà più diverse come pianta del mito e della magia, servendo anche come pianta medicinale, ma senza un appoggio scientifico.     

L’utilizzazione dell’aloe a scopo terapeutico è stata descritta in vari giornali medici dal II secolo d.C. fino al XVII sec., sebbene le analisi chimiche su materiale organico fossero virtualmente sconosciute fino al XIX sec. Solo nel 1851 la sostanza viscosa , amara e scura, estratta dell’aloe, è stata cristallizzata e identificata come Aloina”. Dal 1930 in poi c’è una lunga lista di studiosi che si dedicano alla pianta, sezionandola e analizzandola dentro e fuori. I risultati di recenti ricerche sulla composizione chimica dell’Aloe indicano che è costituita da un ampio ventaglio di composti , che possono essere compresi in tre grandi gruppi:

a) carboidrati, tra i quali spiccano i polisaccaridi definiti mannani ( acemannani) componenti del gel, con proprietà di immunomodulazione;

b) una numerosa famiglia di antrachinoni e sostanze fenoliche presenti nella cuticola della foglia, ad azione lassativa e depurativa, ma anche antitumorale, antinfiammatoria, analgesica e antimicrobica;

c) molecole di importanza nutrizionale e funzionale, come Sali minerali, vitamine, aminoacidi, acidi organici, lipidi ed enzimi.

La droga e gli estratti della droga non sembrano essere tossici per somministrazione acuta e subcronica (fino a 50 mg/kg/die os di estratto per 12 settimane nel topo); altrettanto dicasi per l’aloina A (fino a 60 mg/kg/die os per 20 settimane nel topo). L’estratto (fino a 1.000 mg/kg os) e l’aloina A (fino a 200 mg/kg os) non  sono risultati embriotossici e teratogeni nel ratto; i risultati dei tests di teratogenicità in vitro e in vivo sono risultati negativi.   Possono verificarsi dolori e spasmi intestinali, soprattutto in presenza di colon irritabile. L’aloe è controindicata nella costipazione cronica, in caso di stenosi, ostruzione o atonia dell’intestino, nelle malattie infiammatorie intestinali (morbo di Chron), nella colite ulcerosa, nell’appendicite, in presenza di dolori addominali di origine sconosciuta, negli stati di grave disidratazione e nei bambini al di sotto dei 10 anni. L’impiego cronico può causare la pigmentazione del colon (melanosis coli), che peraltro scompare interrompendo il trattamento, e, come avviene per tutti i lassativi che contengono composti antrachinonici, può indurre ipopotassiemia, con conseguenti disfunzioni cardiache e neuromuscolari, albuminuria ed ematuria. Attraverso l’impiego cronico può potenziare l’azione dei glicosidi cardioattivi; l’aloe può interagire con i farmaci antiaritmici (per sempio, la chinidina) e il suo impiego assieme a quello di altri farmaci (per esempio, i diuretici tiazidici, gli adrenocorticoidi) e delle sostanze (per esempio, la liquirizia) che consumano potassio può aggravare lo squilibrio elettrolitico. In generale, l’efficacia di tutti i farmaci assunti concomitantemente può risultare ridotta a causa dell’accelerazione del transito intestinale. Poiché molti antranoidi sono genotossici (per esempio, l’aloe-emodina), l’uso dell’aloe nel corso del primo trimestre di gravidanza è sconsigliato; l’uso di questa pianta è da evitare anche durante l’allattamento, perché piccole quantità di metaboliti dei costituenti antrachinonici possono passare nel latte.


L'Aloe è una delle piante utilizzate nell'Immunodefend Sanedia e in Xanagel gel intimo Alpafarma

 I prodotti della vetrina  di Naturadiretta.com  contengono ingredienti provenienti da fornitori di materie prime con certificazione di qualità,  sono Titolati, ossia le quantità presenti sono in percentuale significativa e documentata e le forme orali non contengono glutine.

  L’utilizzo corretto e adeguato di tali prodotti dimostra nel tempo la loro naturalezza e i loro benefici


  • Immunodefend
    Disponibile

    Immunodefend

    Immunodefend è utile per le difese immunitarie indebolite, negli stati influenzali, nelle forme infettive acute e croniche e come supporto nelle malattie croniche o degenerative. Utilizzato nella prevenzione della candida vaginale e infezioni del derma. Prodotto Senza Glutine

    Immunodefend è utile per le difese immunitarie indebolite, negli stati influenzali,...

    Immunodefend è utile per le difese immunitarie indebolite, negli stati influenzali, nelle forme infettive acute e croniche e come supporto nelle malattie croniche o...

    Scontato! 21,28 € Listino: 23,64 €
    Risparmi il 10 %
    Aggiungi al carrello! Scoprilo
  • Xanagel - Gel Intimo
    Disponibile

    Xanagel - Gel Intimo

    Xanagel è indicato in caso di secchezza vaginale, prurito intimo, bruciore intimo, vulvodinia. E' inoltre utile per agevolare i rapporti con il partner. E' registrato al Ministero della Salute sia per l'USO INTERNO (vaginale) che esterno.NON contiene ormoni ne fito-ormoni, nessuna controindicazione per età o sesso.Compatibile con l'uso del preservativo. 

    Xanagel è indicato in caso di secchezza vaginale, prurito intimo, bruciore intimo,...

    Xanagel è indicato in caso di secchezza vaginale, prurito intimo, bruciore intimo, vulvodinia. E' inoltre utile per agevolare i rapporti con il partner. E' registrato al...

    Scontato! 12,64 € Listino: 14,05 €
    Risparmi il 10 %
    Aggiungi al carrello! Scoprilo