Vie Urinarie: addio fastidi...benvenuta prevenzione

Vie Urinarie: addio fastidi...benvenuta prevenzione

Indice
_______________________________________________________________________

Avverti bruciore e/o dolore alla vescica? (Donne - Bambini - Uomini)
Le tue nuove "buone abitutini" quotidiane
La salute comincia a tavola
NaturaDiretta Consiglia

_____________________________________________________________________

Quando sei in giro con le amiche ti scappa spesso pipì? Ti perdi tutti i goal della tua squadra del cuore perché sei sempre in bagno? Fare pipì è una tortura perché senti bruciore?

Se hai la sensazione che il tuo malessere ti stia imprigionando sappi che non sei sola.

Bruciore, dolore o frequenza nella minzione sono avvisaglie da non sottovalutare perché segnali di patologie come cistiti e prostatiti. Questi sintomi cambiano a seconda dell’età ma, spesso, sono indice di infiammazione e/o di presenza batterica che può attaccare e infettare l’apparato urinario.

Un altro campanello di allarme è il colore delle urine. Quando siamo in salute, queste dovrebbero avere una variazione cromatica dal giallo paglierino fino ad un colore più ambrato in base allo stato di idratazione. Più sei disidrata più il colore è scuro, basta quindi semplicemente idratarsi maggiormente.

Avverti bruciore e/o dolore alla vescica?

DONNE
Cistite e infiammazione dell’uretra sono patologie che hanno come sintomi: la difficoltà nella minzione, bruciore e possibile comparsa di sangue nelle urine spesso dopo i rapporti, dolori alla schiena e perdite a livello vaginale. La presenza di candida e infezioni, invece, si può avvertire dalle urine che appaiono torbide e dall’odore sgradevole.

Nelle donne in gravidanza, le infezioni alle vie urinarie sono frequenti e non vanno sottovalutate. Sbalzi ormonali e stitichezza favoriscono il moltiplicarsi dei batteri che possono andare ad alterare il pH delle urine. I segnali da non trascurare sono: l’esigenza di fare pipì sovente con scarsa quantità (è difficile accorgersi del problema in quanto questa necessità, in gravidanza, aumenta fisiologicamente) e bruciore durante la minzione.

BAMBINI
I sintomi sono molto generici, solitamente compare la febbre senza apparente ragione e questa non passa. Nei lattanti un segnale d’allarme potrebbe essere il pianto nel fare pipì, questo è un evidente indicatore di dolore. Quando rileviamo tracce di sangue nell’urina, con talvolta presenza di coaguli, potremmo sospettare cistite acuta.

Nei bambini più grandi prevalgono disturbi nel minzionare: necessità di fare molto di frequente poca pipì, bruciore, dolore e incontinenza. A questi possono aggiungersi fitte nella zona lombare e al pube. In caso di presenza dei suddetti sintomi è bene rivolgersi a un medico.
In senso ampio, la presenza di sangue nelle urine non è strettamente indicatrice di grave patologia ma, se permane o si presenta con frequenza, non deve essere trascurata.

UOMINI
Infiammazioni all’uretra e patologie della prostata possono essere la causa di sintomi fastidiosi e a volte, conseguenza di cattive abitudini igieniche, sessuali o semplicemente dovuti alla presenza di catetere vescicale. I sintomi più ricorrenti sono: un forte prurito e rossore sul pene, frequenza minzionale eccessiva, il bruciore nell’urinare, e dolori nella zona del pube.

Come fronteggio i sintomi?
Per ostacolare l’insorgere della patologia e agire sui sintomi, puoi cominciare ad adottare facili accorgimenti quotidiani, che ti faranno stare bene e che aiuteranno il tuo organismo.

Le tue nuove "buone abitutini" quotidiane

1)  Per iniziare, è essenziale idratarsi spesso. Bere molta acqua (almeno 1.5 litri al giorno) fa bene alla salute di tutto l’organismo, mantiene puliti i reni e stimola la diuresi agevolando così l’eliminazione di eventuali batteri in vescica. Insieme all’acqua è utile bere, nelle pause in ufficio o la sera prima di coricarsi, infusi a base di timo o malva, che grazie alle loro proprietà antinfiammatorie donano una sensazione di sollievo.

2)  Anche urinare quando se ne sente la necessità è fondamentale. La capacità di trattenere la pipì a lungo è dimostrazione di un pavimento pelvico tonico ma, questa abitudine può portare, al proliferare dei batteri che causano infezioni.  La presenza di prurito è un sintomo di rischio infezione.

3)  Per fronteggiare le infiammazioni è fondamentale una corretta igiene intima. È da evitare l’utilizzo di prodotti profumati o con aromi eccessivi, detergenti aggressivi e l’uso frequente e non necessario di lavande vaginali.

4)  In caso di rapporti è importante lavarsi adeguatamente e fare pipì, se possibile prima e dopo; questo favorisce l’eliminazione dei batteri insinuatisi nell’uretra e i piccoli traumatismi della vescica. Un valido rimedio naturale per la propria igiene intima sono i risciacqui a base di camomilla. Le proprietà antibiotiche e depurative della camomilla, infatti, ostacolano l’insorgenza di infezioni.

La salute comincia a tavola

Si dice che “il Buongiorno si vede dal mattino” e per svegliare il tuo organismo al meglio puoi iniziare la giornata con una colazione fresca e sana a base di:

-   Yogurt, per assumere probiotici, calcio, fosforo e magnesio
-   Frutta, per fare il pieno di vitamine

Durante i pasti è meglio prediligere alcuni cibi rispetto ad altri, per portare benefici al corpo e anche alle vie urinarie:

-   Evita alimenti speziati, che infiammano l’organismo e irritano la vescica.
-   Bevande alcoliche perché tendono a disidratare il corpo e a favorirel’accumulo di grasso a livello viscerale.
-   Gli alimenti zuccherini creano dipendenza, il desiderio è volerne sempre di più. Lo zucchero, però, è un “dolce” nemico dell’organismo: va a intaccare la memoria e favorisce il proliferare dei batteri, in particolar modo quelli che si collocano nelle vie urinarie causa della cistite.
-   Sconsigliato anche l’uso eccessivo di sale che favorisce la ritenzione idrica. Nei condimenti è meglio non eccedere e prediligere l’olio d’oliva.
-   Vanno preferiti cibi che sono amici dell’organismo come la verdura (almeno una porzione a pasto), i cereali e la frutta.
-   La frutta nutre il corpo con vitamine, sali minerali e antiossidanti; in particolare i frutti rossi come mirtilli e ribes sono ricchi di vitamina C, essenziale per il benessere delle pareti delle vie urinarie e per il sistema immunitario. Ottima come fine pasto, come sostitutivo del dolce, è la frutta cotta (pere e prugne). Anche l’ananas e l’anguria, grazie al basso contenuto di sodio e alto tasso di potassio, sono perfette per la calura estiva e hanno un effetto drenante.

NaturaDiretta Consiglia

UTISTOP: è un prodotto naturale che va ostacolare stati infiammatori delle basse vie urinarie e agisce sui sintomi ad esse correlati. È consigliato per il controllo della sintomatologia e il trattamento di cistiti ricorrenti, quando l’uso dell’antibiotico non è ancora necessario.

La sua azione mirata va a contrastare:

1.    Bruciore e dolore, grazie all’Uva Ursina dotata di proprietà antinfiammatorie e batteriostatiche. In tempi antichi questa era utilizzata come disinfiammante naturale prima dell’arrivo degli antibiotici;
2.    Minzione frequente o difficoltà nella minzione, grazie agli Stigmi di mais (coda cavallina) che rilassano le pareti vescicali e agiscono sulle dolorose contrazioni muscolari;
3.    Difficoltà nella minzione, grazie all’equiseto che agisce in maniera mirata come blando diuretico naturale che aiuta a fare pipì.

L’azione combinata dei tre elementi di UTISTOP controlla o ostacola l’insorgere delle infiammazioni e dona sollievo.
Per avere un corpo sano e depurato, l’idratazione e fondamentale. Insieme all’acqua bere tisane diuretiche aiuta l’organismo a essere purificato.

“La tisana per il benessere delle vie urinarie di NaturaDiretta” è un ottimo rimedio naturale perché contiene:
·  Equiseto
·  Gramigna
·  Malva
Le tre piante, combinate, hanno un effetto antiinfiammatorio, antidolorifico e antispasmodico.

 

 




Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Type Code