Capelli e sole in estate: 7 consigli per proteggerli

Capelli e sole in estate: 7 consigli per proteggerli

Tutti sanno che i raggi del sole possono causare danni alla pelle, ma sapevi che possono danneggiare anche i tuoi capelli?

Un’esposizione prolungata ai raggi del sole, come gli UVA e UVB, danneggia lo strato esterno dei tuoi capelli decolorandoli, seccandoli e rendendoli fragili. Non solo, la luce solare aumenta la propensione allo sviluppo di doppie punte e il capello tende ad assottigliarsi e a diventare crespo. Anche l’aspetto della tua chioma potrebbe risentirne apparendo visibilmente secca e ingestibile, soprattutto se pensiamo che a fare da contorno ai raggi solari ci sono spesso umidità e sudore.
I raggi solari hanno un effetto molto simile alle sostanze decoloranti. Queste ultime, infatti, reagiscono chimicamente con la melanina, contenuta nei nostri capelli, e rimuovono il colore in maniera irreversibile. Inoltre, la decolorazione provoca danni alla principale proteina che compone i capelli: la cheratina. Questa proteina, quando danneggiata, provoca una maggiore penetrazione dei raggi del sole e del calore nel capello. Più ci esponiamo al sole senza precauzioni, più otteniamo un capello fino e schiarito. Vengono così a mancare lo spessore le la pigmentazione giusti per l’auto-protezione. Anche l’uso di piastre o il contatto con il cloro delle piscine aggiunge “carne al fuoco” in questo processo di indebolimento.

La buona notizia è che si possono prendere precauzioni che ti aiutano a proteggere i capelli senza rinunciare ad esporti al sole.

7 consigli per prevenire i danni da raggi solari

1) Proteggi tutto l’anno
In generale, la protezione dei tuoi capelli dovrebbe iniziare molto prima dell’avvento della stagione estiva. Anche in inverno, infatti, è importante rivolgersi al proprio parrucchiere per tagliare i capelli danneggiati o visibilmente pieni di doppie punte. Inoltre, per combattere o prevenire la secchezza provocata dall’esposizione in tutta la stagione estiva, è consigliabile un trattamento nutriente professionale.

2) Sostanze si e sostanze no
Scegli una protezione solare per capelli e riapplicala ogni 3 ore. Per evitare l’effetto “decolorazione” scegli una protezione a base di ossido di zinco. Questa sostanza, infatti, è annoverata in campo cosmetico per il suo potere protettivo dai raggi del sole e da altri agenti atmosferici. Evita subito prima dell’esposizione al sole l’uso di tutte le sostanze o lozioni a base di:

·   alcool;
·   perossido d’idrogeno;
·   limone;
·   spray schiarenti.

Il loro uso accelera quei processi che compromettono la salute del capello.

3) Crea una barriera

a) Dopo una nuotata, al mare o in piscina, sciacqua i capelli con acqua corrente per eliminare i residui di sale o di cloro e applica un olio nutriente sui capelli ancora bagnati.

b)  Raccogli i capelli in uno chignon in modo sia da creare una barriera dal sole che da mantenere i capelli idratati per il resto del giorno.  

c)  Indipendentemente dal tuo spirito di nuotatrice, è preferibile tenere i capelli legati durante una giornata in spiaggia o, più in generale, quando ci si espone per tante ore al sole. Questo eviterà di aggiungere stress da sfregamento o che il vento possa intrecciarli.

4) Rituale di idratazione
Anche se l’esposizione al sole non dovesse verificarsi tutti i giorni per tutto il giorno, ricorda che anche pochi minuti passati al caldo afoso esterno possono disidratare i capelli. Mantienili nutriti applicando una volta a settimana una maschera idratante per capelli: pochi minuti per un risultato prolungato.

5) Limita i lavaggi
Il sebo, naturalmente prodotto dal cuoio capelluto, protegge i capelli dal sole. Proprio per questo motivo:

-   È sconsigliato un lavaggio troppo frequente dei capelli durante la stagione calda;

-   Privilegia l’uso di shampoo senza schiuma, eviterai di stressare il cuoio capelluto e manterrai invariato il livello di idratazione naturale del capello;

-   Prima di applicarlo, però, sciacqua abbondantemente i capelli in modo da essere sicura di aver eliminato tutti i residui di cloro, salsedine, sudore o sabbia.

6) Cappello?
U
n cappello a testa larga, che copre il viso e il collo, può garantire una protezione extra anche per i tuoi capelli. La scelta del materiale è essenziale: i cappelli di paglia non proteggono come quelli in tessuto. In alternativa, sono approvati anche foulard o bandane, purché la copertura risulti ottimale. Coprirti il capo ti aiuterà a prevenire l’ossidazione dei capelli e a proteggere la cute sottostante i capelli dal rischio di eventuali scottamenti.

7) Orari proibiti
È bene, come per la protezione della pelle, evitare l’esposizione diretta al sole tra le 10 del mattino e le 3 del pomeriggio, orari di punta in cui il calore e la luce dei raggi risultano più forti.
I tuoi capelli sono uno dei tuoi primi biglietti da visita e seguire alcuni (o tutti) di questi accorgimenti è un investimento sulla loro salute e sul tuo aspetto, tutto l’anno.

Buone vacanze dal Team di NaturaDiretta 

 

 

 

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Type Code